Calciomercato in tempo reale

L'INTERVISTA - Don Guanella: Di Sarra tra Coppa, campionato e La Rossa

Foto Don Guanella, Di Sarra
Foto Don Guanella, Di Sarra
- 29772 letture

CASALNUOVO (NA). Al termine della vittoriosa sfida di Coppa Italia Dilettanti Campania contro il Comprensorio Casalnuovese, il tecnico dell'Oratorio Don Guanella Scampia ha analizzato la prestazione della sua squadra: "Una prova che mi ha soddisfatto non solo dal punto di vista del risultato. - esordisce Di Sarra - La nostra società, ormai da quando ha messo le radici in Promozione, utilizza le gare di Coppa come allenamenti di lusso perché ci permettono di giocare con squadre di categoria o addirittura con società di Eccellenza. Questi test servono prettamente a prepararci in vista del campionato, senza badare troppo al risultato. La squadra, eccezion fatta per i primi minuti del match in cui mi è sembrata quasi in apnea, ha mostrato indiscutibilmente segni di miglioramento ed oltretutto in questa occasione ho avuto modo di visionare in gara ufficiale gli under, difatti sei degli undici di partenza erano per l’appunto under”. 

Difatti la squadra ha lanciato segnali importanti come le buone potenzialità del portiere Testa (2001), la tenacia e la determinazione del terzino Belsito (2000), la buona intesa tra i centrali difensivi Gaudino e Bianco, lo spirito di sacrificio di Tramontano (1999) e La Rossa R., l’imprevedibilità di La Rossa A. sugli esterni e l’esperienza di Esposito e Ruggiero. Il tecnico loda indistintamente tutti: “La squadra ha giocato da squadra, ecco perché non mi soffermo sui singoli. Ognuno ha fatto la sua parte, e se escludiamo la pessima partenza, posso solo complimentarmi con i ragazzi. Nella ripresa, complice un uno-due micidiale di La Rossa A. la gara ha preso una direzione precisa”.

Eccellente per l’appunto proprio la prova di quest’ultimo che in due minuti mette in ginocchio la squadra locale, prima con una personale azione in cui ubriaca letteralmente il suo diretto avversario in area di rigore e col sinistro lo trafigge poi 120'' più tardi trasformando magistralmente una punizione che si insacca all’incrocio dai 25 metri. Il coach Di Sarra alla fine non resiste e spende due parole anche per il suo gioiellino: “Antonio, contro i casalnuovesi tra l’altro capitano, è stato trai pochi riconfermati per questo nuovo ciclo. La società punta e crede in lui che ha qualità balistiche fuori dalla norma. Stiamo lavorando insieme per annullare l’unico difetto del ragazzo, durante una partita passa da momenti in cui è capace di qualsiasi giocata ad altri in cui non è d'aiuto alla squadra. Insieme, col supporto dei compagni, stiamo lavorando per fare in modo che possa restare dentro la partita dall'inizio alla fine".

Accantonata la Coppa, con il successo che porta in dote morale ed entusiasmo per il prosieguo della stagione, l’Oratorio Don Guanella Scampia guarda avanti e precisamente alla sfida d'esordio in campionato domenica contro la corazzata Afro Napoli United: "Conosciamo l’indiscusso valore degli avversari come quello di altre compagini che ritroveremo nel nostro girone. Domenica ci aspetta una gara dura, difficile come del resto l’intero campionato lo sarà ma non disperiamo. Ovviamente prepareremo il match secondo le nostre caratteristiche, le mie squadre sono sospinte dall’emozione, dall’entusiasmo e metteremo il cuore domenica e non solo domenica. Chiederò ai miei ragazzi di giocare concentrati e determinati. Non possiamo permetterci di regalare nulla a squadre meglio attrezzate, e nel girone ce ne sono, perché hanno capacità tecniche per punirci. Quasi per assurdo la batosta con la Puteolana 1902 potrebbe esserci già d’aiuto per non commettere gli stessi errori sin da subito”.

info a cura di Rosario De Martino

La Redazione