Koulibaly: "Scudetto? Ora conta battere la Roma. Su Sarri..."

Koulibaly, Napoli
Koulibaly, Napoli
- 55551 letture

NAPOLI (NA). Ai microfoni de Il Mattino il difensore azzurro Kalidou Koulibaly ha parlato della sua esperienza col Napoli e del suo passato: "I miei genitori sono andati via dall'Africa per motivi di lavoro, nonostante ciò ho continuato a vivere con persone del Senegal e sono dunque cresciuto con una doppia cultura. Ho cominciato a giocare a calcio con gli amici poi tra i 10-12 anni ho capito che potevo fare il calciatore. Napoli? Arrivavo dal Belgio e dunque serviva una fase d'adattamento al calcio italiano che è completamente diverso, a tal proposito posso dire che Benitez mi ha aiutato molto ad inserirmi mentre Sarri mi ha riscoperto come calciatore, vede cose che altri allenatori non vedono e qualsiasi domanda gli fai lui ha la risposta giusta. Quando è arrivato al Napoli mi ha detto che se l'avessi ascoltato sarei diventato un grandissimo calciatore ed io ci sto provando fino in fondo. Scudetto? Ci dobbiamo credere ma al momento ciò che conta è battere la Roma, per il titolo sfidiamo la Juve che ha storia e soldi quindi può permettersi grandi calciatori ma penso che quest'anno sarà un bel torneo, mi hanno raccontato cosa vuol dire vincere a Napoli ma credo sia arrivato il momento di vivere questa sensazione".

La Redazione