Calciomercato LIVE

Il Procida stende il Rione Terra allo Spinetti e vola in zona playoff

Promozione B
Promozione B

PROCIDA (NA). Termina 2-1 per i padroni di casa il match di esordio del 2018 al “Mario Spinetti” tra Procida Calcio e Rione Terra. Partita divertente con azioni pericolose da una parte e dell’altra, complice un Procida aggressivo e voglioso di regalare i primi 3 punti del 2018 ai suoi tifosi ed un Rione Terra al quale gli va dato merito di non aver mai mollato nonostante il doppio svantaggio. Ora il Procida Calcio vola a 27 punti in piena zona play-off ed inizia col piede giusto questo nuovo anno.

INIZIA IL MATCH - Partono subito forte i biancorossi con un ottimo inserimento di Fabrizio Muro che sfrutta un bell’assist di Costagliola A. ma commette fallo nello stacco aereo, ottima scelta di tempo però del centrocampista procidano. Al 7’ Lorenzo Costagliola riceve il pallone sull’out di sinistra, si accentra e fa esplodere il destro, pallone che sbatte sulla traversa e padroni di casa vicinissimi al vantaggio. Al 10’ reagiscono gli ospiti con Pasquale Imparato che recupera palla su una indecisione difensiva della retroguardia biancorossa, il 9 ospite calcia ma Lamarra si distende e blocca la sfera. Al 15’ Cibelli controlla in area di rigore e cade a terra, sembrava poterci essere il penalty ma l’arbitro lascia giocare ritenendo tutto regolare. Al 20’ reagisce il Rione Terra sempre con il suo 9 Imparato che fugge sulla linea del fuorigioco ed entra in area di rigore, calcia col destro ma la palla termina di pochissimo lontano dalla porta di Lamarra, brivido per i padroni di casa.

Al 22’ si rendono pericolosi ancora gli ospiti, questa volta con una punizione insidiosa calciata da Tafuto, traiettoria pericolosa che però non inganna Lamarra che si fa trovare sempre pronto. Al 31’ sono i biancorossi ad andare vicino al vantaggio con Cibelli che riceve in area di rigore e si gira calciando col sinistro, palla che sfiora il palo della porta protetta da Del Giudice. Al 35’ arriva la zampata vincente che sblocca un match delicato ed equilibrato, a metterla a segno è il gigante del Procida Giorgio Russo che su occasione di calcio d’angolo si smarca bene e di testa sigla la rete dell’1-0. Primo gol del 2018 firmato dal primo gol in stagione del difensore biancorosso. Al 44’ reazione del Rione Terra che dimostra di saper incassare bene i colpi subiti, questa volta sfiorano l’1-1 con Riccio che in area di rigore apre il piattone destro ma non riesce avanti la porta a battere Lamarra. Termina senza recupero la prima frazione di gioco con il Procida che va negli spogliatoi in vantaggio per 1-0, decide Giorgio Russo.

INIZIA IL SECONDO TEMPO - Seconda frazione di gioco che vede i padroni di casa partire con il turbo, dopo appena 48 secondi dal calcio di inizio i biancorossi trovano la rete del 2-0, statistica che sa di record. Il 2-0 nasce da un buon recupero del pallone che porta Lorenzo Costagliola in area di rigore, il 9 procidano calcia potente ed il portiere Del Giudice vola e respinge ma è abile a seguire l’azione Cibelli che di testa sigla il tap-in vincente e regala immediatamente il doppio vantaggio ai suoi. Il Procida dopo appena 48 secondi dalla ripresa del secondo tempo mette il match in discesa. Il Rione Terra però dimostra di essere una squadra forte soprattutto mentalmente e non si fa tagliare le gambe da questo gol subito ad inizio ripresa e reagisce subito con i nervi e con criterio. Al 50’ sfiora doppiamente il gol prima con Imparato che colpisce il palo e poi su ribattuta con De Luca che calcia e colpisce la traversa con il pallone che resta sulla linea di porta, allontana poi la difesa biancorossa in affanno, doppio-pericolo in pochi secondi per i padroni di casa. Al 53’ ancora Imparato a rendersi pericoloso ma ancora un ottimo Francesco Lamarra a dire di no! Sempre impeccabile il portiere biancorosso, abile ed intelligente nelle letture di gioco e felino e decisivo tra i pali.

Dopo appena 1 minuto infatti, al 54’, questa volta è Pignetti a calciare a giro col mancino ma indovinate un poco? Ancora Lamarra ad allungarsi in aria come un elastico e addirittura a bloccare in un tempo il pallone, parata strappa-applausi per il portiere classe ‘97. All’11’ reagisce il Procida a questa sfuriata ospite, questa volta è il solito asse Costagliola A.-Costagliola L. con il numero 9 che calcia in area di rigore col destro un diagonale pericoloso che termina a fin di palo fuori. Al 57’ ancora i biancorossi ad attaccare, si avvicinano al tris con un ottimo Fabrizio Muro che calcia in area di rigore aprendo il piatto ma il pallone termina di poco sopra la traversa, ottima prova quest’oggi del 7 biancorosso. Al 59’ è il solito Imparato ad impensierire la retroguardia biancorossa, questa volta supera Lamarra ma spedisce il pallone sopra la traversa dopo essersi defilato troppo. Al 68’ il Rione Terra riesce dopo tante occasioni ad accorciare lo svantaggio e lo fa con il subentrato Gennaro Del Giudice che con la punta calcia dal limite dell’area anticipando sul tempo Lamarra, il quale questa volta può fare davvero poco.

Agli ospiti va dato merito di essere riusciti a mettere in difficoltà un Procida che, forte del doppio vantaggio, ha leggermente calato l’attenzione. A 20 minuti dalla fine del match dunque, si riapre una partita che sembrava il Procida avesse in pugno e cala un poco di tensione sul Mario Spinetti con il match che si innervosisce leggermente. All’81’ dialogano ancora i fratelli Costagliola con Antonio Costagliola che può calciare in area di rigore ma decide di servire il fratello Lorenzo che calcia col sinistro ma non riesce ad essere freddo e siglare la rete che avrebbe avuto il gusto di “matchpoint”. I padroni di casa si difendono e tentano di ripartire sfruttando un Rione Terra a trazione anteriore, ma appaiono leggermente appannati soprattutto nell’ultimo tocco. Vi è stanchezza da una parte e dall’altra a fronte di un match giocato a viso aperto da entrambe le squadre e su ritmi piuttosto alti soprattutto nella prima ora di gioco. All’88’ Lorenzo Costagliola trova un gol bellissimo al volo di destro col pallone che si insacca sotto la traversa, ma la rete viene annullata per precedente fuorigioco del fratello Antonio Costagliola, nulla da fare dunque, gioia annullata per il 9 procidano.

L’arbitro concede 5 minuti di recupero con il Rione Terra che attacca alla ricerca della clamorosa rimonta ed il Procida a difendere con le unghie e le ultime energie il risultato. Al 95’ l’arbitro dice che può bastare così, vince il Procida 2-1, con sofferenza e brividi soprattutto nel finale, ma vince meritatamente e vola in piena zona play-off. I ragazzi di Iovine e Lubrano regalano dunque la prima gioia del 2018 ai loro tifosi che gli riservano una pioggia di applausi al fischio finale, standing ovation per i biancorossi che dimostrano ancora di onorare e sudare fino all’ultima goccia di sudore la maglia che indossano e questo ovviamente, può solo far piacere ai procidani presenti allo Spinetti.

ISOLA DI PROCIDA CALCIO - RIONE TERRA   2-1

ISOLA DI PROCIDA CALCIO: Lamarra, Lubrano Lavadera V., Micallo, Russo, Boria, Saurino, Muro, D’Orio (66’ Mammalella), Costagliola A., Costagliola L. (87’ Vanzanella), Cibelli (55’ Lubrano P.). A disposizione: Telese, Esposito, Barone, Parascandolo. Allenatore: Iovine Giovanni – Lubrano Biagio.

RIONE TERRA: Del Giudice Gianluigi, Cioce, Del Giudice M. (67’ Lanuto), De Luca, D’Oriano, Ursomanno (78’ Di Roberto), Riccio (59’ Del Giudice Gennaro), Tafuto, Imparato, Pignetti, Colandrea (78’ Dorini). A disposizione: Onofrio, Velardo, Sacco. Allenatore: De Girolamo Massimiliano.

ARBITRO: Francesco Gallo di Torre Annunziata.

ASSISTENTI: Tommaso Martinelli e Roberto Ferrara di Castellammare di Stabia.

AMMONITI: Saurino, Cibelli, Lubrano P., Costagliola A., Lubrano V. (Procida Calcio); Ursomanno (Rione Terra).

RETI: 35’ Russo, 46’ Cibelli (P), 68’ Del Giudice Gennaro (R).

NOTE: Condizioni del terreno di gioco discrete. L’arbitro Gallo di Torre Annunziata non concede recupero nel primo tempo, concede invece 5 minuti di recupero nella seconda frazione a causa di più interruzioni di gioco.Spettatori: 150 circa.

a cura di Fabrizio Zingone

La Redazione