Interpianurese-Lacco Ameno, Longobardi: "Pari? Grazie a Ramaglietta"

Enzo Longobardi, mister Interpianurese
Enzo Longobardi, mister Interpianurese

PIANURA (NA). Si è concluso da poco l'incontro in casa con il Lacco Ameno, terminato con un pareggio ottenuto dagli ospiti nei minuti finali di una partita che ha visto più volte la compagine dell'Interpianurese in difficoltà, salva solo grazie ad un Ramaglietta tra i pali in grande giornata che in almeno quattro occasioni ha evitato che il risultato si volgesse a sfavore e il mister Longobardi, che di solito preferisce attendere qualche minuto prima di rilasciare delle dichiarazioni per metabolizzare vittorie o sconfitte, stavolta preferisce analizzare la partita "a caldo" e, non mascherando una notevole irritazione, afferma: "Non amo nascondere le nostre difficoltà, il pareggio conquistato dal Lacco Ameno allo scadere del tempo di gioco non è indicativo della partita giocata dai nostri avversari che hanno creato rispetto a noi molte più occasioni di gioco, relegandoci, spesso, nella nostra metà campo e mettendoci in difficoltà proprio nella nostra area. Solo l'abilità del nostro portiere Ramaglietta, sicuramente uno dei migliori in campo, ha evitato la sconfitta che poteva essere ben pesante, visto che per 30 minuti del secondo tempo abbiamo giocato in 10 uomini dopo l'espulsione per somma di ammonizioni di Lago. - continua con l'onestà e la sportività che lo caratterizzano - Il Lacco Ameno mi ha colpito per la grinta e l'impegno dei suoi giocatori, tanto che, da quanto visto oggi, la loro posizione in classifica mi appare decisamente poco congruente col gioco che hanno mostrato qui in casa nostra. Noi, al contrario, siamo sembrati bloccati da un gioco che ci vede talvolta poco concentrati e attenti, ne è sintomo la tipologia di gol che abbiamo subito, frutto proprio di un nostro immobilismo nel gioco. Non considero il risultato ingiusto, benché, ripeto, siamo stati in 10 per buona parte del secondo tempo e il gol del pareggio sia giunto al 95".

Graziella Tetta