Lazio, Inzaghi: "A Napoli servirà il 150%. Non siamo in crisi e..."

Così Inzaghi in conferenza
Così Inzaghi in conferenza

La Lazio si prepara alla trasferta del "San Paolo" con la voglia di mettersi alle spalle i problemi interni e gli ultimi risultati negativi, con il tecnico Simone Inzaghi che cerca di distendere i toni su tutti i fronti prima del big match.

Le sue dichiarazioni nella conferenza stampa della vigilia: "Siamo reduci da due k.o., di cui uno a causa di un gol di mano, ma da qui a dire che siamo in crisi ce ne vuole. Sicuramente la sconfitta interna con il Genoa non ci voleva, e ha rallentato il nostro cammino, ma adesso serve lucidità per affrontare la prima della classe. Cercheremo di giocarci la nostra partita come sempre, con i ragazzi che dovranno dare il 150% contro un team organizzato, ricco di individualità importanti e che esprime il miglior calcio d'Europa. Eventuale assenza di Mertens? Sicuramente sarebbe un vantaggio, ma relativo, perché giocano da anni insieme e possono sopperire ad un'assenza".

Getta poi acqua sul fuoco quando si parla del caso Felipe Anderson: "Ho sentito tante inesattezze sulla vicenda legata a Felipe. Certamente la sconfitta col Genoa non è solo colpa sua, ma di tutti, me compreso; è un patrimonio del club e l'ho sempre tutelato, come del resto tutti gli altri calciatori, ed è per questo che, in un momento vissuto da lui con poca serenità, ho preferito farlo lavorare a parte e sono sicuro che in futuro ci aiuterà a vincere diverse partite. No, non è un'assenza punitiva la sua, ma tecnica". 

Marco Esposito