Il Napoli non muore mai: ennesima rimonta, Lazio annichilita 4-1

Dries Mertens
Dries Mertens

NAPOLI. Il Napoli va sotto al San Paolo contro la Lazio, ma con grande tenacia ed un pizzico di fortuna ribalta il risultato e si aggiudica la sfida per 4-1, tornando così a +1 sulla Juventus.

Sarri deve rinunciare sia ad Albiol che a Chiriches, trova quindi spazio per la prima volta in questa stagione Tonelli, che va a completare il pacchetto centrale azzurro con Koulibaly. In avanti recuperato in extremis Mertens, che con Insigne e Callejon forma il tridente offensivo. Nella Lazio invece, Simone Inzaghi lascia fuori per motivi disciplinari Felipe Anderson e punta su Milinkovic-Savic e Luis Alberto alle spalle di Immobile.

Il Napoli fa il proprio ingresso in campo con la maglia numero 31 a sostegno dello sfortunatissimo Ghoulam, che nell’allenamento di Venerdì ha subito la rottura della rotula quando mancavano ormai poche settimane al suo ritorno in campo. La Lazio passa subito in vantaggio grazie al gol di De Vrij, che su assist di Immobile sugli sviluppi di un calcio d’angolo batte Reina grazie ad una deviazione minima, portando in vantaggio gli ospiti. Al 16’ Insigne ha una buona palla sul destro, ma la sua conclusione di contro balzo risulta sbilenca e fuori misura.

Ancora Napoli al 22’, splendida palla di Hamsik e controllo di tacco di Insigne che prova una splendida palombella, Strakosha può solo osservare la sfera spegnersi tuttavia di un nulla sul fondo. Al 43’ arriva il pareggio del Napoli, splendida palla di Jorginho per l’inserimento di Callejon, lo spagnolo è solo davanti a Strakosha e lo batte con un piazzato precisissimo, per l’1-1. Al termine dei due minuti di recupero l’arbitro manda le squadre al riposo sul tutto sommato giusto risultato di 1-1.

Ad inizio ripresa subito un cambio nel Napoli, con Hamsik che viene rilevato da Zielinsiki, probabilmente in seguito ad un problema fisico. Al 50’ Napoli vicinissimo al vantaggio ancora con Insigne, che in un fazzoletto di terreno controlla e calcia di prima sul secondo palo, con la palla che sibila vicino al palo alla sinistra di Strakosha. Il Napoli è una fuori adesso, ancora Insigne a proseguire la sua sfida personale con la retroguardia biancoceleste, questa volta è Radu ad opporsi alla conclusione del numero 24 azzurro.

La pressione azzurra è capitalizzata al 54’ quando su un innocuo cross di Callejon Wallace spinge clamorosamente la palla nella propria rete, siglando un autogol che consente così al Napoli di ribaltare la partita. Ora la Lazio è in palla e subisce un altro gol nel giro di un minuto, quando Mario Rui conclude dai 25 metri trovando la decisiva deviazione di Zielinski, che mette fuori causa Strakosha. Ancora Zielinski vicino al gol, con una conclusione splendida dai 20 metri che costringe Strakosha alla parata plastica. Al 72’ ancora uno straordinario Zielinski a puntare la difesa biancoceleste, palla straordinaria dentro per Mertens, che con un tocco di fino batte l’estremo difensore ospite. Il Napoli non è sazio ed Insigne prova una splendida conclusione a giro che chiama alla grande risposta Strakosha, il quale nega ancora la gioia del gol al folletto di Frattamaggiore.

Nell’ultima fase di gara il Napoli controlla agilmente la gara, con un lungo fraseggio che non permette alla Lazio di abbozzare la minima reazione. Al termine dei due minuti di recupero Banti dichiara così la fine delle ostilità, con il Napoli che coglie una fondamentale vittoria tornando così davanti alla Juventus.

CLICCA QUI PER IL TABELLINO

Enrico De Martino