V.S.Quarto-Interpianurese 0-5, Longobardi: "Primo tempo perfetto"

Longobardi tecnico dell'Interpianurese
Longobardi tecnico dell'Interpianurese

QUARTO (NA). Pronto a prestarsi alle dichiarazioni post partita, Enzo Longobardi è quasi totalmente afono per aver continuamente dato indicazioni ai suoi ragazzi durante l'incontro al Giarrusso contro i padroni di casa della Virtus Social Quarto. Il tecnico dell'Interpianurese, è evidentemente soddisfatto della prestazione offerta dai suoi giocatori: "Oggi, al di là del risultato che ci vede uscire dal campo vittoriosi e con un ricco bottino, ciò che mi dà maggiore soddisfazione è aver visto i ragazzi eseguire quei movimenti che, sin dall'inizio della stagione, avevamo preparato durante gli allenamenti. La vittoria di oggi non è un caso: le gare precedenti, in particolare l'ultima in casa, avevano già mostrato un cambio di mentalità e una maggiore coesione tra i giocatori che si è poi manifestata sul campo, durante il primo tempo, giocato in modo quasi perfetto con passaggi precisi, buoni e veloci cambi di passo e , soprattutto, con una buona copertura a centrocampo e in difesa, uscendo bene sugli esterni tanto che siamo andati negli spogliatoi con tre reti all'attivo di Rizzo, Lago e Vacca. Nella ripresa, conoscendo le possibilità e le qualità dei giocatori della Virtus, squadra giovane e veloce, abbiamo provato ad amministrare il vantaggio tenendo il campo, anche se loro con tagli rapidi alle spalle dei difensori, hanno provato a riaprire la partita creando buone azioni che ci hanno messo in difficoltà, ma il nostro capitano Pieri su un'azione scaturita da un calcio d'angolo ha messo la palla in rete e, quasi allo scadere della ripresa, un uno-due tra Guarino e Biscardi ha permesso a quest'ultimo di siglare la quinta rete. Ho potuto apprezzare non solo l'impegno dei miei giocatori che si è protratto fino al fischio finale, ma anche di quelli della Virtus che, nonostante il risultato li penalizzasse, hanno lottato fino alla fine. Sono sempre più convinto che nel nostro girone non esistano squadre cuscinetto e che la posizione in classifica non sia indice di maggiori o minori doti calcistiche".

Graziella Tetta