Puteolana 1902, Bottino: "Aspettiamo segnali da imprenditori e Comune"

Bottino, Puteolana 1902
Bottino, Puteolana 1902

POZZUOLI (NA). Al termine della sfida contro la C. Frattese, il Presidente dei diavoli rossi Marco Bottino ha accolto con grande gioia la vittoria ed in un'intervista ai microfoni dell'ufficio stampa granata ha parlato anche delle prospettive future della società.

Presidente, che gara è stata con la C. Frattese?

“È stata una partita emozionantissima, giocata a viso aperto da entrambe le squadre, dove quel gol a freddo ha condizionato l’andamento della gara. È stato un primo tempo poco incisivo, poi nella ripresa sono saliti in cattedra i quattro là davanti, in particolare Carotenuto e Guadagnuolo che hanno cambiato le sorti della gara. Mi ha fatto molto piacere per Varone, puteolano doc, che davanti al suo pubblico ci ha regalato una grande gioia, non nascondo che avevo gli occhi lucidi al suo gol, lo meritava più di tutti”.

Sfatato quindi il tabù scontri diretti?

“In parte sì, ma è relativo, Mondragone, Maddalonese, Giugliano, Monte di Procida non erano certo vittorie semplici, anzi sono squadre che stanno dicendo la loro a cui faccio anche i complimenti. Se poi mettiamo che con Afragolese e Casoria almeno due pareggi sarebbero stati più giusti, la classifica sarebbe sicuramente diversa. Ma ripeto ci sono i playoff da giocare ed è li che si decide il campionato”.

Il pubblico oggi ha invocato più volte la società…

“Il pubblico di Pozzuoli è eccezionale, merita altre categorie, la Puteolana è di Pozzuoli non certo di Marco Bottino o di Carmine Franco. Mi farebbe piacere che il messaggio arrivasse a chi di dovere, fare sano calcio in queste categorie non è facile e se non c’è sinergia con l’amministrazione comunale e l’imprenditoria locale è praticamente impossibile. Vorrei sottolineare che senza citare i rimborsi dei calciatori su una società gravano: costi del campo di gioco per le partite e per gli allenamenti, abbigliamento squadra, costi delle trasferte (autobus, ristorante, alberghi), steward, personale Go2, costi di pubblicità, spese mediche, farmaci, bevande. Oltre a questi costi fissi ci sono poi le spese occasionali ed altre cose di poco rilievo. Detto questo vorrei dire che di tutto questo soltanto il ristorante (Villa Romana), le spese mediche (Radio Medica) sono offerte, per il resto sono tutte a carico della società. Gli unici partner del club, Comipro e Villa Gervasio, non provengono da Pozzuoli. Se prendiamo le prime 6 squadre della classifica tranne la Puteolana le altre hanno tutte il campo, hanno almeno 10/15 sponsor locali che contribuiscono o che quanto meno mettono a disposizione forniture o servizi”.

Ti aspetti un segnale?

“Non nego che mi sono state dette tante cose prima che iniziassimo l’avventura a Pozzuoli, l’unica che si è avverata è l’entusiasmo della piazza, davvero eccezionale, pubblico fantastico a cui andrebbe stretta anche la Serie D. Noi abbiamo fatto delle promesse e stiamo facendo grossi sacrifici per rispettarle, aspettiamo fiduciosi un passo da parte dell’amministrazione e di qualche imprenditore locale verso la Puteolana, ricordando che la Puteolana è di Pozzuoli e di nessun altro. I calciatori ed i presidenti passano, la Puteolana resta. Speriamo presto in un incontro e restiamo fiduciosi. Ora godiamoci la vittoria, poi da domani testa al San Giorgio e forza Puteolana 1902 sempre”.

a cura de Ufficio stampa Puteolana 1902

La Redazione