Juve Stabia, Melara già decisivo: al top della forma sarà un fattore

Melara può essere l'arma in più
Melara può essere l'arma in più

La classe non è acqua e, se c’è, va oltre la tenuta atletica di un calciatore; è questo il caso di Fabrizio Melara, esterno di centrocampo arrivato alla Juve Stabia dal Benevento negli ultimi giorni di calciomercato, che si sta già rivelando, non solo sulla carta, un elemento di indiscusso pregio per la terza serie nazionale.

Caserta e Ferrara stanno centellinando il suo utilizzo, per consentirgli di riacquistare gradualmente ritmo partita (praticamente mai utilizzato nella prima metà di stagione nel Sannio, ndr) e migliorare una condizione fisica che ad oggi è ben lontana dal top della forma. Melara, però, negli spezzoni di gara che lo hanno visto protagonista, prima con la Paganese e in particolar modo con il Racing Fondi, ha dimostrato di avere una visione di gioco e una qualità di palleggio rare da individuare nel campionato di Serie C.

Nella gara vinta dai termali al “Purificato”, pur giocando a tratti da fermo, Melara è riuscito con continuità a trovare difficili corridoi di passaggio per i compagni e ad arrivare in zona cross, lasciando partire traversoni pressoché perfetti verso l'area di rigore, come in occasione dei due gol siglati da Simeri e dell’occasione avuta dallo stesso attaccante poco dopo il suo ingresso in campo.

Segnali indubbiamente positivi da parte dell’esterno nato nel 1986 a Civitavecchia, che potrebbe rivelarsi il vero asso nella manica di questa Juve Stabia, una volta raggiunto il top della forma.

Marco Esposito