Napoli, caso Younes: futuro tutto da decifrare ma c'è un contratto...

Younes
Younes

Qualche settimana fa sembrava un affare fatto, col calciatore presente allo stadio in occasione della sfida col Bologna e prime parole da azzurro, poi l'improvviso dietrofront ed i botta e risposta tra l'entourage e la SSC Napoli. Continua ad esserci mistero attorno al rifiuto da parte di Amin Younes di vestire la maglia azzurra, il ragazzo nei giorni scorsi ha sottolineato la propria volontà di restare all'Ajax e diventare un campione con la maglia dei lancieri eppure il suo contratto col Napoli è stato già depositato in Lega. 

In estate potrebbero aprirsi scenari davvero singolari, il legale del club azzurro ha già fatto sapere che la società farà valere l'accordo firmato che decorrerà dal 1 Luglio 2018 e sul quale c'è la firma di Younes, dunque nel caso in cui il ragazzo dovesse decidere di prendere strade diverse peserà la volontà del Napoli ed il tedesco si assumerà la responsabilità delle proprie azioni sia in ambito economico che disciplinare. Rischi? Squalifica e risarcimento per il Napoli qualora Younes dovesse trovare l'accordo con un'altra società, quest'ultima sarebbe poi anch'essa responsabile a livello patrimoniale al pari del calciatore.

Lo scorso weekend Amin, al termine della sfida vinta due a uno dall'Ajax col Twente, sul mancato approdo al Napoli è stato ancora una volta criptico: "Sono contento d'essere rimasto qui, ogni volta che l'allenatore deciderà di chiamarmi in causa io mi farò trovare pronto. Napoli? Non voglio dire perché è saltato l'affare, tengo per me le motivazioni". 

Luigi Langellotti