Napoli, Sarri: "Europa League competizione ai limiti della follia"

Le parole di Maurizio Sarri
Le parole di Maurizio Sarri

Il tecnico azzurro, Maurizio Sarri, ha partecipato alla conferenza stampa prepartita di Napoli-Lipsia, andata dei sedicesimi di finale di Europa League.

Le dichiarazioni dell'allenatore toscano: "Dovremo cercare di fare una partita seria e di trovare in qualche modo le motivazioni, nonostante i soli 18 uomini a disposizione, tre portieri compresi - e con schiettezza dice - Chiaramente lo scopo è anche quello di fare una gara che non vada ad incidere negativamente sul nostro percorso in campionato, perché per diventare grandi in Europa bisogna prima diventarlo nel proprio paese. Come stanno Hamsik e Milik? Marek sta meglio e sicuramente non è stanco perché ha giocato poco, ma sarà lui a decidere per un suo eventuale impiego; Arek sta lavorando per tornare al meglio e quando si sentirà di chiedermi di giocare uno spezzone di gara lo accontenterò, ma non è ancora accaduto e lo rispetto - sui prossimi avversari - Mi ha sorpreso l'eliminazione dei tedeschi dalla Champions. Il Lipsia è una squadra tecnica, veloce e divertente da vedere, sarà inevitabilmente richiesto uno sforzo fisico importante per fare una gara di livello, cerchiamo almeno di contenere il dispendio di energie nervose". 

E sulla competizione non le manda a dire: "L'Europa League ha il suo fascino e l'errore più grande sarebbe pensare al campionato domani, ma è una competizione ai limiti della follia per il dispendio di energie che genera, infatti giocheremo di giovedì alle 21.05 per poi tornare in campo dopo 60 ore. Quanto possono incidere le coppe sulla corsa scudetto? Dipende quanto si va avanti, ma anche dagli uomini che si hanno a disposizione per affrontarle. "San Paolo" vuoto domani? Si respira nell'aria che sarà così, ma spero che i nostri tifosi cambino idea all'ultimo per darci il solito calore".

Marco Esposito