Paponi: "Gruppo coeso e di qualità. Sorteggio? Pensiamo a noi stessi"

Paponi, Juve Stabia
Paponi, Juve Stabia

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA). Autore del gol che ha portato la Juve Stabia alla fase playoff nazionale, Daniele Paponi in sala stampa commenta la vittoria contro la Virtus Francavilla: "E' da inizio anno che questa squadra affronta ogni partita al massimo, giochiamo col cuore e con la voglia di vincere poi chiaramente i risultati arrivano. - sottolinea il bomber gialloblé - Panchina decisiva? Quando c'è un gruppo così coeso e con tanta qualità il risultato è questo, il segreto credo sia lavorare con serenità aiutando sempre il compagno quando si può". 

Dopo il due a zero la gara sembrava in discesa, poi è venuta fuori una bella Virtus Francavilla: "Credo che le difficoltà ce le siamo un pò create da soli, per i primi 20-25 minuti penso che la partita sia stata in mano nostra. Dobbiamo migliorare nella gestione del risultato e nella capacità di portare a casa la vittoria senza prendere gol, ora che iniziano le sfide andata/ritorno potrebbe costare caro. Col Francavilla forse abbiamo pensato troppo presto che la gara fosse finita, invece ai playoff arrivano squadre che hanno qualità, forza, voglia e non mollano mai".

Quali insegnamenti da una gara del genere: "La partita di questa sera ci deve insegnare sicuramente qualcosa, in primis che dobbiamo migliorare nella gestione del risultato perchè ai playoff nessuno ti regala niente e tutte le squadre lottano fino all'ultimo istante per conquistare la qualificazione, un gol fatto all'ultimo minuto può cambiare le sorti di un playoff".

Sul sorteggio: "La qualità delle rivali è alta in ogni caso, non mi auguro nessuna avversaria in particolare, spero soltanto che arriviamo nelle migliori condizioni possibili alla prossima sfida".

Chiusura sui tifosi: "Sono stati fondamentali, spero possano essere sempre di più sugli spalti, anche la squadra avversaria avverte quando sugli spalti c'è entusiasmo e magari può frenare quando si vuol fare una giocata. Sono contento soprattutto per i tanti bambini presenti al campo, se loro crescono con la voglia di vedere la Juve Stabia poi allo stadio c'è sempre più gente ma questo dipende da noi e dalla nostra capacità di ottenere risultati positivi che riportino entusiasmo". 

Luigi Langellotti