Calciomercato LIVE

Club Paradiso, poker alla Sinergy Marcianise: è semifinale playoff

Foto Club Paradiso Acerra
Foto Club Paradiso Acerra

MARCIANISE (CE). Mister Riso rinuncia all’infortunato Trocchia e si affida, dal primo minuto, a Battistone, Diano, Frezza, Carcatella e Battaglia. Rispondono i padroni di casa con Errami, Di Giovanni, Munno, Lombardi e Silvestre. Pronti via e gara che va via subito a ritmi alti; ma per attendere la prima vera occasione bisogna attendere il decimo minuto ed è a firma della Sinergy Mrcianise: Scialla ben servito al limite dell’aria supera il suo diretto marcatore e prova il diagonale, Battistone è battuto ma il palo dice di no e devia la sfera sul fondo.

Pronta la risposta degli acerrani; lancio lungo di Battistone a premiare il taglio di Carcatella, che controlla e calcia; ma Errani è ben posizionato e devia in angolo. È il preludio al gol: Carcatella ruba palla sulla sua trequarti, taglia il campo da sinistra a destra, evita due avversari e giunto al limite dell’aria serve palla sul secondo palo dove è appostato Battaglia che di destro mette la palla in rete. 0-1 al sedicesimo. Passa un solo minuto e sui piedi del numero dieci rossoblù si presenta, su assist di Diano, la palla della possibile doppietta; ma colpisce in malo modo e la traiettoria termina alta sulla traversa. Sulla ripartenza arriva puntuale la reazione dei padroni di casa con Di Giovanni che da posizione ravvicinata trova il pari. Il match si articola su ritmi altissimi con rapidi ribaltamenti di fronte: al diciottesimo è Diano a far tremare il PalaNoia ma un eccellente colpo di reni di Errami evita la rete.

Errami decisivo, poco dopo, anche su Rivetti da schema d’angolo. Casertani estremamente cinici e al ventiduesimo trovano la rete del vantaggio con Lauritano abile nel raccogliere la respinta corta della retroguardia ospite e dopo un doppio controllo a trovare, dai quindici metri, la traiettoria che batte l’estremo difensore acerrano e gli fa raccogliere i meritati applausi degli oltre duecento spettatori. La gara, a questo punto, vive una fase di stasi per poi accendersi nel finale quando il Club Paradiso subisce il sesto falle e conseguente tiro libero. Incombenza della battuta che spetta a Battaglia, ma la sua conclusione trova l’opposizione di Errami. Il team ospite aumenta i ritmi alla ricerca del pari e a quindici secondi dallo scadere dei tre minuti concessi dal direttore di gara subisce un nuovo fallo e conseguente nuova opportunità dal dischetto dei nove metri. Questa volta sulla palla si presenta Frezza: rincora, sinistro e rete. Si va così all’intervallo con il risultato di parità.

Nella ripresa la gara si ravviva al quinto quando Frezza approfitta di un corto disimpegno di Errami e ruba involandosi verso la rete; ma l’estremo difensore lo stende in scivolata costringendo il direttore di gara a decretare il calci di rigore. Ancora Battaglia dal dischetto, ma questa volta spiazza il portiere avversario e riporta i suoi in vantaggio. Il Club Paradiso ora amministra la gara senza troppi patemi per poi provare a colpire in ripartenza; lo fa all’undicesimo con Frezza trovando solo un esterno della rete, ma anche al quattordicesimo con Carcatella che ruba palla nella sua aria e da via al contropiede veloce superando il suo diretto marcatore, giunto al limite dell’aria evita Errami e calcia a botta sicura trovando però un beffardo palo a negargli la gioia del gol.

La risposta dei padroni di casa è tutta nel tentativo, al diciassettesimo, di Munno che, a porta vuota, sciupa la palla del potenziale pari. Al diciannovesimo l’episodio che può cambiare il match: Diano, già ammonito, pende il secondo giallo lasciando i suoi in inferiorità numerica. Ma il Club Paradiso si difende in maniera egregia e, nei due minuti di inferiorità numerica, non rischia nulla. Così mister Cutillo prova la carta del quinto uomo, ma il massimo risultato raggiunto è il palo colpito da Lauritano. Anzi ad approfittarne è la compagine rossoblù con Frezza che sfrutta l’assenza di un portiere di ruolo per siglare, al ventottesimo, la doppietta personale mettendo difatti fine alla contesa. Da registrare, al trentesimo, l’espulsione per doppia ammonizione di Errani che consentirà al Club Paradiso di amministrare con facilità gli ultimi istanti di gara. Finisce così: Club Paradiso batte Sinergy Marcianise 4 a 2.

a cura de ufficio stampa Club Paradiso Acerra

La Redazione