Calciomercato LIVE

IL VINCITORE-La Pietra: "Ottaviano? Annata da ricordare. Sul futuro.."

La Pietra, Ottaviano
La Pietra, Ottaviano

NAPOLI. Ieri abbiamo concluso il sondaggio che ha eletto il miglior attaccante del girone B di Promozione Campania 2017/18, i nostri lettori hanno scelto il calciatore della Virtus Ottaviano Vincenzo La Pietra (Qui il risultato finale), che dunque ha ottenuto questo prestigioso riconoscimento battagliando con tanti colleghi di comprovata qualità ed esperienza.

Ai nostri microfoni il vincitore ha analizzato il risultato del sondaggio, la stagione con la maglia dell'Ottaviano ed il suo futuro: "E' stata una stagione da incorniciare per me, ho vinto il titolo di capocannoniere del girone con 25 reti ma potevano essere anche 30 se avessi avuto qualche acciacco in meno e non avessi sbagliato ben quattro calci di rigore. Nonostante tutto sono molto soddisfatto della mia stagione e del rendimento della squadra, abbiamo dato tutti il 100% fino alla fine per raggiungere l'obiettivo Eccellenza, un traguardo sensazionale costruito passo dopo passo. E' stata una gioia immensa poter regalare ad Ottaviano il massimo campionato dilettantistico regionale, abbiamo riportato la squadra ai livelli che le competono e tanti tifosi si sono riavvicinati alla squadra".

Nonostante tutto resta un pizzico di rammarico ma il rendimento negli anni è sempre stato altissimo: "Avrei voluto dare il mio contributo personale nella finale playoff col Grotta, purtroppo ero assente per squalifica, nonostante ciò l'obiettivo è stato raggiunto perchè il mio desiderio più grande era il bene della squadra e la promozione in Eccellenza. Ricevere il riconoscimento di capocannoniere è stata una soddisfazione in più, già nella scorsa stagione avevo realizzato 27 reti, sono ormai diversi anni che riesco a raggiungere un bottino di gol importante ed è motivo di vanto per me perchè vuol dire che nonostante il tempo che passa il mio rendimento non cala". 

Grosso plauso ai compagni di squadra: "E' stata una stagione splendida, voglio ringraziare tutti i miei compagni che nella finale playoff nonostante le assenze hanno dato il 200%, uomini prima che calciatori. Penso ad esempio a ragazzi come Cardenio e Roberto D'Urso che per scelte tecniche hanno giocato poco quest'anno ma alla fine hanno mostrato tutto il proprio valore quando chiamati in causa. Il gruppo è rimasto sempre unito dall'inizio alla fine, sono davvero felice d'aver fatto parte di un gruppo composto prima da grandi uomini e poi da calciatori di qualità".

Sulla vittoria nel sondaggio, i lettori lo hanno eletto miglior bomber del girone B di Promozione 2017/18: "C'erano sicuramente calciatori importanti per la categoria, ragazzi come Mazzeo, Dodò, Costagliola, Auricchio e tanti altri attaccanti che da anni segnano tanti gol in queste categorie. Vincere il sondaggio ed aggiudicarmi questo riconoscimento per me è motivo d'orgoglio, l'ennesimo segno del buon lavoro svolto, sono felice perchè è stata una bella lotta con gli altri ragazzi".

Ringraziamenti ed una dedica speciale: "Ringrazio amici, lettori, direttori ed estimatori che mi hanno votato, vuol dire che mi stimano e credono in me per cui li ringrazio tutti, dal 1° all'823°. Sono un ragazzo sentimentale ed è bello sapere che ci sono tante persone che hanno un'alta considerazione di me sia come calciatore che come uomo. Ringrazio inoltre la redazione di IamCALCIO che in questi anni ha permesso e permette a ragazzi come me di avere una grande visibilità.

Dedica? A tutte le persone che credono in me, al Presidente Albano, al tecnico Iervolino, al segretario Improta, al mitico Albarella che da preparatore atletico esperto ad inizio stagione mi disse che se avessi mantenuto una buona condizione fisica avrei fatto il capocannoniere. Un pensiero speciale anche a Mohamed, il nostro magazziniere, un tuttofare che mi sta sempre vicino e mi consiglia. Ovviamente il riconoscimento lo dedico anche ai miei compagni, dall'assistman Luca D'Urso a Pagano, Saggese, Varriale, Bellofiore, D'Urso, Cardenio, Longobardi, Cozzolino, Borrelli e tanti altri che stimo tantissimo uno per uno. Logicamente ha avuto un ruolo importante anche la mia famiglia in tutto questo, mi ha dato sempre la carica giusta per dare il massimo".

Chiusura sul proprio futuro: "Vorrei restare ad Ottaviano perchè sto bene e vorrei giocarmi le mie carte in Eccellenza, campionato che in passato ho fatto per 7-8 anni ma dal quale sono assente da circa 5-6 anni. E' una categoria che non mi spaventa, spero che la società costruisca una squadra forte e di qualità perchè credo sarà un campionato molto duro. Questa settimana ho un incontro con la proprietà e decideremo il da farsi, in questi tre anni mi hanno fatto sentire a casa e vorrei proseguire qui la mia avventura ma dobbiamo trovare il giusto accordo. Tifosi? Sono stati fantastici, sono sicuro che in tanti mi hanno anche votato nel sondaggio, il pubblico di Ottaviano è stato sempre fantastico e nella fase clou dei playoff sono stati davvero il 12° uomo in campo, spero di farli gioire grazie ai miei gol in Eccellenza". 

Luigi Langellotti