Quarto, il vice allenatore Vacca: "Come un padre per i miei ragazzi"

Gennaro Vacca vice allenatore Quarto
Gennaro Vacca vice allenatore Quarto

QUARTO (NA). L'intervista con il mister Gennaro Vacca chiude la serie di interviste/presentazioni che il Quarto calcio ha voluto offrire ai suoi tifosi e al territorio per far conoscere i componenti dello staff tecnico che guiderà il club nella prossima stagione calcistica.

Parafrasando un vecchio detto "dietro ad un bravo allenatore c'è un vice serio e preparato" Gennaro Vacca, vice del tecnico Longobardi è così, sempre serio e di poche parole se non durante gli allenamenti o i colloqui con i giocatori, pronto a collaborare , come fa ormai da cinque anni col suo amico di lunga data.

Mister quali sono i compiti di un vice allenatore?

"Fondamentale è dare una mano nella gestione del gruppo, aiutare nella fase dell’allenamento, alternandosi con il mister che può così fare esercitazioni diverse in base ai ruoli e le posizioni in campo".

È difficile condividere la panchina? Non ha mai pensato di diventare primo allenatore?

"Ho allenato per 5 anni in una scuola calcio, per poi trascorrere tre anni con il Quartograd in promozione come secondo e infine lo scorso anno a Pianura sempre come secondo, è questo il ruolo che sento più nelle mie corde: innanzitutto ho un carattere particolare, vale a dire tendo ad instaurare rapporti affettivi con i calciatori e li tratto come se fossero tutti figli miei e questo non potrei farlo se fossi il primo, dovrei rispettare i ruoli e quindi non sarei più la persona che sono davvero".

Mister la sua risposta mi porta ad domanda un po' scomoda: tra i giocatori leggo il nome di suo figlio. È difficoltoso separare il ruolo di padre da quello di allenatore?

"In verità no, Ciro è un ragazzo serio che si impegna in campo. A casa siamo padre e figlio, ma sul campo entrambi rispettiamo i nostri ruoli".

Il Quarto calcio, perché? 

"Ho scelto questa realtà perché è un progetto serio, interessate, ma soprattutto perché voglio portare nelle categorie che le competono la squadra della mia splendida città Il mio augurio è che tutti si appassionino a questa squadra, con il loro sostegno sicuramente ci toglieremo grandi soddisfazioni... forza Quarto".

Graziella Tetta

Leggi altre notizie:QUARTO