De Laurentiis: "Abbiamo già dei top. Scudetto? Scippato. Su Cavani..."

De Laurentiis
De Laurentiis

DIMARO. Ultimamente De Laurentiis sembra un fiume in piena, il numero uno azzurro non si tira indietro neppure in uno scambio di battute con i tifosi azzurri, questa sera in quel di Dimaro è intervenuto assieme a Carlo Ancelotti e Lorenzo Insigne lanciando qualche frecciata e diversi spunti su cui riflettere. 

In primis il tanto richiesto top player: "Siete offensivi nei confronti di quelli che già ci sono in squadra - ha risposto a chi gli chiedeva di rafforzare la rosa con calciatori di spessore internazionale - squadre come City, Chelsea ed altre big europee stanno facendo di tutto per portarceli via. Fortunatamente avete un Presidente che, di fronte ad un'offerta di Conte da 58 milioni di Euro per Koulibaly ha detto di no".

Sul mercato e sul sogno Cavani: "Dobbiamo prendere soltanto un altro terzino destro che sappia giocare anche a sinistra, un calciatore che possa diventare o che già sia un top player. So bene che vorreste Cavani ma guadagna 20 milioni ogni dieci mesi ed è grave screditare altri calciatori in favore di uno solo, il singolo non vince, penso a quando avevamo Higuain e non abbiamo vinto ma lui ha fatto il record ed è andato a guadagnare di più. Se Cavani vuole mi chiama, si riduce lo stipendio e mi mette nelle giuste condizioni per parlare col PSG, è andato via per guadagnare il triplo ma noi siamo quelli con le tre C: cervello, cuore e cog...".

Ancora un pò d'amaro in bocca per come è finito l'ultimo campionato: "Veniamo fuori da un calcio malato, avvelenato per decenni, in cui nessuno ha fatto mai un vero mea culpa. Si fa fatica a creare quell'etica che servirebbe, dopo aver azzerato la FIGC sarebbe opportuno ricostruire in maniera seria. Quest'anno il campionato è stato falsato ed è stato scippato, ma è come se l'avessimo vinto, come direbbe Totò noi apparteniamo alla banda degli onesti poi si dovrebbe entrare anche in un discorso tecnico per la gestione della rosa ma non voglio riaprire ferite ormai rimarginate".

La Redazione

Leggi altre notizie:NAPOLI