Il Savoia piega il Roccella in extremis: decide sempre Cerone - I AM CALCIO NAPOLI

Il Savoia piega il Roccella in extremis: decide sempre Cerone

Serie D
Serie D
NapoliSerie D Girone I

Savoia a caccia di riscatto, rinvigorito dalle parole di Mister Parlato alla vigilia del match contro il Roccella. Coppola fa il suo esordio tra i pali, Rondinella si riprende la fascia destra mentre Cavucci sostituisce lo squalificato Oyewale ed al centro gioca il duo Poziello-Dionisi. Gatto in regia, con Tascone e Giacobbe come intermedi di centrocampo. Cerone sulla trequarti, alle spalle della coppia offensiva Orlando-Romano. Il Roccella schiera: Scuffia, Faiello, Malerba, Mbaye, Liviera Zugiani, La Gamba, Leveque, Osei, Gomes, Kamara e Di Franco. Al 6’ occasione per Kamara che, in area, colpisce di testa ma non inquadra la porta.

Al minuto 15 ancora Roccella, con la punizione di Leveque deviata in angolo. Reazione tentata dagli oplontini con Gatto, che serve una palla a giro sul secondo palo ma Scuffia blocca. 22’ Cavucci batte una rimessa laterale e trova Orlando: il numero 11 va in torsione e colpisce di testa, la palla termina tra le braccia del portiere. Al 27’ dentro Scalzone per l’acciaccato Romano, colpito al viso in uno scontro di gioco. Alla mezz’ora ammonito Tascone per aver commesso fallo tattico. 5 minuti dopo occasionissima per Poziello, sugli sviluppi di un calcio di punizione: il Capitano va di testa ma la sfera finisce tra le mani di Scuffia.

Al 39esimo bella azione individuale di Scalzone, che salta il diretto marcatore e crossa al centro ma la difesa ribatte. Al 41esimo Scalzone fa urlare al gol lo Stadio Giraud: con una conclusione, dalla distanza, davvero imparabile. Ancora Savoia al 44’: Gatto porta palla prepotentemente, sfera a Cerone che calcia ma non trova i pali del Roccella. L’arbitro fischia due volte, dopo 2 minuti di extra time

. La seconda frazione di gioco si apre con la conclusione debole di Cerone al minuto 4’. Ammonito il numero 9 Gomes per un brutto intervento su Capitan Poziello. Doppio cambio per Galati: dentro Pascuzzi e Suraci, fuori Osei e Di Franco. Calma apparente allo Stadio Giraud quando il cronometro segna quasi un quarto d’ora dall’avvio. Da segnalare il gran lavoro di Scalzone: palla sulla figura, dribbling e scarico costante per il compagno. L’ingresso del numero 9 ha giovato alla manovra, dando peso specifico davanti ed alzando il baricentro. Il numero 4 Mbaye si becca il giallo, dopo aver reiteratamente giocato fallosamente sulla punta biancoscudata.

Al 21’ fallo colossale su Scalzone al limite dell’area, non sanzionato dall’arbitro Bracaccini. Cartellino giallo per Gatto, ammonito per aver allontanato la palla a gioco fermo. Al minuto 27 Mister Parlato modifica l’assetto della squadra: dentro Riccio, fuori Orlando e passaggio al 3-5-1-1, con Cavucci alto a sinistra e Rondinella sul versante opposto. L’arbitro Bracaccini mostra il giallo anche a Capitan Poziello quando il cronometro segna 32, concedendo una punizione agli ospiti che non ha esiti positivi. Al 37’ il Roccella si fa vedere pericolosamente davanti, con il numero 3 Malerba che batte a rete e trova la respinta in angolo di un’attenta difesa casalinga. Al 40esimo fuori l’autore del gol, Angelo Scalzone, con Francesco Giunta che prende il suo posto. 2 minuti dopo il Roccella trova la rete del pareggio grazie al colpo di testa del subentrato Pascuzzi. 

Il direttore di gara ha concesso 5 minuti di recupero. Al 47esimo Cerone s’inventa un gol pazzesco dalla lunga distanza e lo Stadio Giraud s’inchina al suo numero 10. Finisce 2-1 a Torre Annunziata.

Ufficio stampa Us Savoia

La Redazione