Maddalonese-Acerrana 2-1: qualificazione ancora aperta per gli ospiti - I AM CALCIO NAPOLI

Maddalonese-Acerrana 2-1: qualificazione ancora aperta per gli ospiti

A. Toscano, Maddalonese
A. Toscano, Maddalonese
CasertaCoppa Campania Promozione

La Maddalonese si aggiudica la gara di andata degli ottavi di Coppa Campania e recrimina sul risultato che avrebbe potuto assumere contorni sicuramente più rotondi. I fantasmi di Puglianello sembrano scacciati grazie ad una prestazione che ha fatto intravedere buoni fraseggi e verticalizzazioni, con tante occasioni sciupate sotto porta. Granata che partono con parecchio turn over. Ndiaye torna titolare (ottima notizia in chiave campionato) con Diana e Toscano. Di contro un’Acerrana con molti “under” e quasi sempre in balia del gioco degli avversari.

Maddalonese che parte con il motore già a pieni giri e dopo quattro minuti trova il vantaggio grazie alla splendida sgroppata di Ndiaye sulla fascia che permette a Pingue di insaccare di testa per l’1-0. Gioia che dura poco visto che mister Portone e subito costretto al cambio. Barletta accusa un dolore alla caviglia ed è costretto a lasciare il campo. Entra Foresta che sarà protagonista di una buonissima prestazione. L’Acerrana approfitta del piccolo momento di sbandamento per rendersi pericolosa in due circostanze sventate dalla difesa. Al 21’ copia e incolla di Ndiyae che con l’ennesimo cross laterale permette a Toscano di svettare per il raddoppio. Dopo il 2-0 si concretezza la supremazia della Maddalonese con tre limpidissime occasioni che vedono Foresta protagonista (palla di poco al lato, respinta del portiere e un palo colpito in pieno), De Fenza e Pingue. Il primo tempo si chiude con il risultato all’inglese che va stretto ai padroni di casa.

Pronti e via e nella ripresa un’indecisione della difesa permette all’Acerrana di accorciare le distanze. Zacchia atterra Sais e per l’arbitro e calcio di rigore. Pellecchia trasforma con freddezza. Subito dopo la rete dei napoletani riprende il monologo della Maddalonese. Parente fallisce il tris su assist perfetto di Foresta e poco dopo anche Pingue non riesce a finalizzare. Nell’ultimo quarto d’ora ci si mette anche l’arbitro che nega un rigore netto ai padroni di casa per fallo di mano in area di Zobel. Negli ultimi minuti è la stanchezza a farla da padrone e la gara si chiude sul 2-1, risultato che tiene ancora apertissima la qualificazione al turno successivo.

Ritorno il 27 novembre e testa già rivolta all’importante gara di campionato in programma sabato (fischio d’inizio alle 14.30) contro la Virtus Goti che si è sorprendentemente imposta per 3-1 sulle Aquile Rosanero nel mercoledì di Coppa. Sanniti ampiamente alla portata della Maddalonese ma più che le differenze tecniche sarà fondamentale conquistare i tre punti.

Nel primo tempo – ha affermato l’allenatore Francesco Portone -  ho visto una Maddalonese pimpante e cinica sotto porta. Dopo la rete dell’Acerrana siamo stati bravi a non subire il contraccolpo psicologico, continuando a macinare gioco. Nell’ultima parte di gara abbiamo preferito non spingere troppo sull’acceleratore in previsione dei due prossimi importantissimi impegni di campionato”.

Area Comunicazione Maddalonese Calcio 1919

La Redazione