San Giorgio: presi due centrocampisti. Presentato il nuovo logo - I AM CALCIO NAPOLI

San Giorgio: presi due centrocampisti. Presentato il nuovo logo

San Giorgio
San Giorgio
NapoliSerie D

Il San Giorgio rinnova la propria visual identity per aprirsi ad un pubblico sempre più digitale e attento all'estetica. L'obiettivo è rendere il brand rilevante e riconoscibile non solo per i tifosi, ma per tutti gli appassionati di calcio a livello nazionale. 

L'evoluzione è fortemente ispirata alla città: San Giorgio che uccide il drago rimane al centro, preservando lo spirito storico ed emotivo con cui i tifosi più fedeli si identificano. In alto, la denominazione della nuova Società, la cui ambizione trova espressione grafica nella corona d'alloro, che nella mitologia classica simboleggia la gloria e la vittoria. Il color oro, presente nel nuovo logo ma non nel vecchio stemma, è generalmente associato alla luce del sole, e come il sole trasmette calore e forza; è il contrario della staticità: il color oro, infatti, è il simbolo del movimento e dell’energia, valori che incarnano lo spirito del Club. 

Il nuovo logo presenta una veste più leggera e moderna, adatta ad integrarsi nell'era dell'intrattenimento. 

Tramite l'ufficio stampa del club sono stati ufficializzati anche due nuovi ingaggi:

- Antonio Caprioli, Classe 1992, originario di Melfi (Pz), Caprioli è un mediano esperto della categoria. In carriera ha vestito, tra le altre, le maglie di Melfi (19 presenze in C2), Bisceglie, Selargius, Termoli, Amiternina, Bitonto e Lavello, mentre nella passata stagione ha militato nel Molfetta (serie D girone H).

 - Gennaro Ruggiero, nato a Napoli il 4 febbraio 2000, Ruggiero è un centrocampista muscolare e di grande temperamento, abilissimo nel recuperare palloni. All'età di 14 anni il Palermo lo acquista dalla Mariano Keller: con i rosanero brucia le tappe ed il 14 maggio 2017 esordisce in serie A nella gara con il Genoa al Barbera, restando in campo per novanta minuti e risultando il terzo giocatore nato negli anni 2000 a debuttare in massima serie (dopo Moise Kean e Pietro Pellegri); chiude il campionato con due presenze, disputando un'ora nell'ultima giornata contro l'Empoli. Dopo un prestito al Torino ed il ritorno in rosanero, con il fallimento del club siciliano passa al Livorno: è la stagione 2019/2020 e Ruggiero colleziona ben dieci presenze in serie B. Lo scorso anno ha vestito la maglia del Nola in D. Un acquisto di grande spessore per la categoria, a maggior ragione trattandosi di un under.

La Redazione