Oratorio Don Guanella: si riparte dalla conferma di mister Esposito - I AM CALCIO NAPOLI

Oratorio Don Guanella: si riparte dalla conferma di mister Esposito

Fabio Esposito
Fabio Esposito
NapoliPromozione

L'ASD Oratorio Don Guanella Scampia comunica di aver ufficialmente confermato il tecnico Fabio Esposito alla guida della prima squadra guanelliana per la stagione sportiva 2022/23.

Guanelliano DOC, autentica bandiera dell'Oratorio Don Guanella Scampia, Fabio Esposito guiderà la compagine del Presidente Don Aniello Manganiello anche nel prossimo campionato di Promozione. Un allenatore carismatico, passionale, preparato e dalla grande personalità sia in campo che fuori. Nella scorsa stagione, subentrato sulla panchina guanelliana dopo cinque giornate, ha svolto un lavoro straordinario: ha ricompattato un gruppo allo sbando, ha portato entusiasmo e ha riscritto la storia guanelliana conducendo la squadra ad uno storico piazzamento playoff.

INTERVISTA AL TECNICO FABIO ESPOSITO✅️

Parliamo della splendida stagione appena conclusa: se ti avessi detto, all’inizio dell’anno, che il Don Guanella sarebbe arrivato ai playoff, cosa avresti pensato?

"La stagione calcistica 2021/22 è stata la migliore in assoluto da quando giochiamo nel campionato di Promozione. Ad inizio anno sicuramente non avrei messo la mano sul fuoco per il raggiungimento della zona playoff".

Quali sono state le difficoltà che hai incontrato, fuori e dentro al campo, nel passaggio da vice-allenatore ad allenatore?

"Le difficoltà fuori dal campo sono state poche perché ho avuto la fortuna di allenare un gruppo di veri uomini. In campo, invece, le maggiori difficoltà sono cominciate dopo la sosta, quando alla ripartenza abbiamo perso qualche pedina importante. Ma avevo un gruppo sano che ho costruito in poco tempo, i ragazzi hanno dato sempre il massimo anche in emergenza e di questo gliene sarò sempre grato. Passando da vice ad allenatore, ovviamente sono cambiate le responsabilità, ma non ho mai avuto paura di tutto ciò".

Nona stagione consecutiva in Promozione per il Don Guanella, quanto e come è cresciuta questa società nel corso degli anni?

"Questa società è cresciuta sotto tutti i punti di vista, non facciamo false promesse ma fatti concreti. E chi ci sta dentro, come i calciatori, lo sa bene, e non parlo solo della prima squadra. L'ODG Scampia è cresciuta a 360°, anche come scuola calcio".

Il 1 Luglio inizia la nuova stagione, sul mercato la società come si muoverà? Sarà confermata gran parte della rosa che ha centrato i playoff? "Vogliamo confermare gran parte della rosa, anzi tutta. Chi non resta va via non per volontà mia o della società. I ragazzi meritavano la riconferma, ma il calcio è questo: c'è chi scende e chi sale dal treno, ma il nostro Freccia è già partito".

Insieme alla società che obiettivi vi siete prefissati per la prossima stagione? Si può puntare a migliorare il piazzamento dello scorso campionato?

"Per quanto riguarda gli obiettivi, penso che è ancora presto per fissarli, vediamo prima che rosa ne esce fuori e poi vi dirò. Ma una cosa è certa, si cercherà di migliorare l'annata precedente che resta nella storia guanelliana e sono fiero di averla scritta io perché l'ODG Scampia non è solo una squadra, è uno stile di vita, la porto sempre con me nelle mie giornate. Sono orgoglioso e fiero che la società abbia puntato su di me quando la squadra era in difficoltà. Oggi credo di aver meritato la riconferma, voglio ringraziare il Presidente Don Aniello Manganiello, il direttore generale Gennaro Granato che è sempre al mio fianco nel bene e nel male, tra gioie e dolori anche se quest'anno sono state più gioie che dolori. Poi ringrazio gli altri due membri del direttivo, Rosario Ranno e Salvatore Rusciano che di me hanno stima e fiducia, credo di averli ripagati alla grande. Un grazie va anche al mio staff che mi ha sopportato e supportato sempre: Carmine Esposito, Massimo Marzocchi, Mirko Cardillo, Manuele Cercone e tutti quelli che hanno collaborato anche da fuori. Una cosa è certa, il Don Guanella è pronto per una nuova stagione da protagonista".

Ufficio stampa Odg

La Redazione