Nola: divorzio con allenatore e direttore sportivo - I AM CALCIO NAPOLI

Nola: divorzio con allenatore e direttore sportivo

Foto: Ss Nola
Foto: Ss Nola
NapoliSerie D Girone G

Il Nola Calcio 1925 comunica di aver sollevato dall’incarico di responsabile tecnico della prima squadra mister Antonio Rogazzo e contestualmente interrotto la collaborazione con il direttore sportivo Raffaele Corsale.

A seguito della sconfitta per 1-3 maturata domenica contro la capolista Sorrento, la società bianconera ha deciso di voltare pagina per trovare una nuova identità tecnica, non intravedendo in campo le giuste risposte sette giorni dopo la sconfitta con la Palmese. Nel ringraziare Rogazzo e Corsale per il lavoro svolto, il Nola proverà a rilanciarsi in un campionato che al momento lo vede in 13esima posizione con 9 punti, frutto di 2 vittorie, 3 pareggi, 3 sconfitte, 9 gol fatti e 11 subiti.

“Dobbiamo immediatamente voltare pagina – ha dichiarato il presidente del Nola, Luigi Nappi – e per farlo si è reso necessario un intervento radicale. Ringraziamo mister Rogazzo ed il direttore Corsale per la passione, la dedizione e l’impegno profusi in questi mesi ma adesso dobbiamo rialzarci e per farlo occorreva dare un segnale forte a tutto l’ambiente. Dopo la sconfitta con la Palmese avevamo parlato con la squadra per trovare insieme una via d’uscita da questo momento negativo. Ma la risposta auspicata non è arrivata: in settimana abbiamo lavorato male e domenica con il Sorrento è arrivata una nuova sconfitta e, cosa peggiore, maturata al termine di un match approcciato con un atteggiamento che mi ha fatto capire che non c’era più tempo per le attese. In estate eravamo convinti delle scelte fatte, che non rinneghiamo né tantomeno rimpiangiamo, ma sappiamo quanto i giudizi di calcio siano legati ai risultati e che il campo resti l’unico giudice di chi lavora in questo ambito. In quanto presidente e primo responsabile della società, dopo lunghi confronti interni, ho voluto imprimere questo cambiamento confidando in una reazione decisa da parte del gruppo che adesso dovrà tirare fuori gli attributi per provare ad uscire da questo momento complesso. Nessuno in società ritiene che il Nola debba competere per le prime posizioni, ma allo stesso tempo siamo consapevoli del potenziale di una rosa che dovrebbe e potrebbe, in questo momento della stagione, viaggiare a tutt’altro ritmo”.

La Redazione